Notebookcheck

Recensione Subnotebook Sony Vaio VPC-Z23N9E/B

Nuova workstation con vecchi problemi? Sony rinnova la sua gamma Z ed ora offre la sua nuova bandiera da 3000 euro con uno schermo non-glare, da 13.1 pollici Full HD con il nome VPCZ23N9E/B. Riuscirà la soluzione grafica esterna a convincere questa volta?
Konrad Schneid, 🇺🇸 🇩🇪 ...

La gamma Z è stata rinnovata nell'ambito del complessivo aggiornamento del portfolio Sony. La nuova ammiraglia (o almeno come la chiama Sony: "L'ultima workstation") è il 13.1 pollici Vaio VPCZ23N9E/B. Il subnotebook pesa meno di 1.2 kg ed ha uno schermo Full HD antiriflesso (1920 x 1020). Il principale punto di forza è l'inserimento di un Power Media Dock, che offre un masterizzatore Blu-ray ed una scheda grafica AMD Radeon HD 6650M come soluzione esterna, in aggiunta ad una porta espansione. L'idea di una soluzione grafica esterna non ha funzionato bene nel precedente Sony Vaio VPC-Z21Q9E/B. Si trattava di problemi di driver che limitavano le prestazioni notevolmente. Sony ha imparato la lezione da questi errori con questo nuovo dispositivo? O ci sono ancora i vecchi problemi? Le risposte nella seguente recensione. 

Vedremo le specifiche modifiche in questa recensione. E rimanderemo alla recensione del modello precedente, il Sony Vaio VPC-Z21Q9E/B, per informazioni che sono rimaste identiche.

Case

Sony punta su un design elegante, di colore nero per il suo principale subnotebook. Non si vede alcuna differenza nell'esterno rispetto al precedente Sony Vaio VPC-Z21Q9E/B. Il produttore giapponese usa ancora uno chassis in carbonio con punti di appoggio dei polsi in alluminio. I materiali sono molto leggeri e pertanto questo 13.1 pollici pesa poco meno di 1.2 kg. Non si vedono ditate o polvere sulle superfici. 

Le cerniere del display fanno un buon lavoro. Il lato inferiore consente l'accesso alla batteria. Tuttavia, bisogna rimuovere otto viti. Solo la stabilità in parte insufficiente lascia un po' di amaro in bocca relativamente al case. A causa della sua costruzione lo chassis può essere deformato sotto pressione e si sentono degli scricchiolii in particolare sulla cover del display. Tuttavia, i notebooks concorrenti che hanno subito la stessa cura dimagrante, ad esempio il Toshiba Portégé Z830 Ultrabook con un peso complessivo di appena 1.1 kg, hanno gli stessi problemi di stabilità.

Connettività

I subnotebooks sottili spesso non offrono molte interfacce o le sole connessioni standard da usare con un adattatore, come accade con il Samsung 900X3A. La situazione sembra diversa nel nostro dispositivo. Ci sono una HDMI ed una porta VGA direttamente sul notebook. Il produttore giapponese ha messo anche una porta LAN, con un meccanismo girevole. La soluzione Sony per la memoria, chiamata MagicGate, si nota come speciale feature accanto allo slot SD card. Il debole segnale VGA segnalato nel precedente Sony Vaio VPC-Z21Q9E/B. Noi non abbiamo notato questo problema nel nostro dispositivo di test  Z23.

Il Power Media Dock incluso si collega tramite la porta USB 3.0. Il Power Media Dock aggiunge un masterizzatore Blu-ray ed una soluzione grafica AMD Radeon HD 6650M. Venduta sotto il nome, VGP-PRZ20A Power Media Dock, aggiunge anche molte altre interfacce. Pertanto, l'utente ottiene altre tre porte USB ports (1 x 3.0; 2 x 2.0), una porta LAN e due uscite video extra (HDMI & VGA). 

Lato Sinistro: Kensington lock, VGA
Lato Sinistro: Kensington lock, VGA
Lato Destro: cuffie, LAN, HDMI, USB 2.0, USB 3.0 / porta docking, alimentazione
Lato Destro: cuffie, LAN, HDMI, USB 2.0, USB 3.0 / porta docking, alimentazione
Lato Frontale: Card reader
Lato Frontale: Card reader

Comunicazioni

Come detto in precedenza, l'utente ha una porta LAN per le comunicazioni in rete via cavo. Il modulo Intel Centrino Advanced-N 6230 (abgn) si occupa delle connessioni via WLAN. Diversamente dal predecessore, il nuovo modello onta l'ultimo Bluetooth 3.0 + HS. Infine dobbiamo citare il modulo VAIO Everywair 3G. Questo consente l'accesso mobile ad Internet in qualsiasi momento. Non hanno tralasciato nulla in termini di comunicazione.

Sicurezza

Naturalmente, un subnotebook da 3000 euro dovrebbe montare delle features di sicurezza. Ci sono sia un Kensington lock che un lettore di impronte digitali. Servono a proteggere il 13.1 pollici da accessi non autorizzati e furti. In aggiunta, il notebook ha un Modulo Trusted Platform

Accessori

Sony offre molti accessori per il suo modello da 13.3 pollici. Oltre al notebook ed all'adattatore, ci sono inclusi il Power Media Dock ed il suo alimentatore nella confezione . In aggiunta, il produttore giapponese inserisce anche un panno per la pulizia.

Oltre questo, Sony dispone di altri accessori opzionali. Oltre a borse in pelle, ci sono anche batteria più potenti.

Garanzia

Sony garantisce per 24 mesi il suo Vaio VPCZ23N9E/B. Ci sono anche altri servizi di garanzia disponibili ad un costo aggiuntivo. Una estensione della garanzia di 12 mesi costa 100 euro, ed ulteriori 24 mesi costano 236 euro. Sony richiede complessivamente 289 euro per una garanzia di tre anni con servizio on-site per il primo giorno lavorativo utile.

Dispositivo di Input

Tastiera e Touchpad
Tastiera e Touchpad

Tastiera

Sony non ha modificato i dispositivi di input del suo subnotebook. La tastiera chiclet-style ha una retroilluminazione che si adatta automaticamente alle condizioni di luce tramite un sensore. I tasti hanno una battuta breve ed un punto di pressione spugnoso. Occorre un po' di tempo per abituarsi a questo dispositivo.

Touchpad

Il touchpad ha funzioni gesture ed è piuttosto piccolo. Sony avrebbe dovuto usare un po' più di spazio del suo 13.3 pollici per il touchpad. La superficie ha una tramatura a nido d'ape. Anche i tasti del touchpad hanno una battuta breve ed un punto di pressione spugnoso.

Display

Sony ha montato sul suo elegante subnotebook un display da 13.1 pollici. Lo schermo Full HD (risoluzione massima 1920 x 1080 168 dpi) supporta il formato 16:9. Il display VAIO premium con rivestimento AR ha un massimo di 257 candele per metro quadro. Diversamente da questo, il precedente Sony Vaio VPC-Z21Q9E/B raggiungeva un massimo di 307 cd/m2 e la sua risoluzione superiore era di 1600 x 900 pixels, 140 dpi. Il notebook ha raggiunto una luminosità media di 240.7 cd/m2. La luminosità non varia quando si usa la batteria o l'alimentatore. L'illuminazione dell'87 percento è omogenea.

229
cd/m²
225
cd/m²
223
cd/m²
243
cd/m²
243
cd/m²
237
cd/m²
256
cd/m²
253
cd/m²
257
cd/m²
Distribuzione della luminosità
MS_0025
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 257 cd/m² Media: 240.7 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 87 %
Al centro con la batteria: 243 cd/m²
Contrasto: 694:1 (Nero: 0.35 cd/m²)94.59% AdobeRGB 1998 (Argyll 2.2.0 3D)
96.26% sRGB (Argyll 2.2.0 3D)
87.52% Display P3 (Argyll 2.2.0 3D)

Abbiamo rilevato un buon valore del nero di 0.35 cd/m2. Ciò comporta un adeguato valore di contrasto di 694:1. Tuttavia, il modello precedente ha fatto di meglio con un valore di contrasto di 1146:1. In aggiunta alla luminosità ed al contrasto, lo spettro di colori riproducibile risulta altrettanto importante per molti utenti.

Il Sony Vaio VPC-Z23N9E copre quasi completamente lo spazio di colori sRGB. Dobbiamo considerare che la maggioranza dei subnotebooks fallisce con la gamma di colori AdobeRGB. Tuttavia, il nostro dispositivo Sony in questo settore è convincente. La gamma di colori più ampia è coperta quasi completamente.

Sony Vaio VPC-Z23N9E vs. sRGB
Sony Vaio VPC-Z23N9E vs. sRGB
Sony Vaio VPC-Z23N9E vs. AdobeRGB
Sony Vaio VPC-Z23N9E vs. AdobeRGB
Sony Vaio VPC-Z23N9E vs. Sony Vaio VPC-Z21Q9E
Sony Vaio VPC-Z23N9E vs. Sony Vaio VPC-Z21Q9E
All'aperto
All'aperto
Angoli di visuale
Angoli di visuale

Abbiamo testato lo schermo anche all'aperto. Il rivestimento antiriflesso e la luminosità relativamente buona fa ben sperare. Le nostre anticipazioni sono state confermate nell'utilizzo pratico. Sebbene lo schermo potrebbe fare meglio in termini di luminosità, i testi ed i contenuti grafici sono ben visibili all'aperto.

Purtroppo, gli angoli di visuale non sono superiori alla media in questo costoso subnotebook da 3000 euro. Le immagini sono falsificate abbastanza velocemente in verticale, in particolare quando si fanno deviazioni rispetto al punto ottimale. Le modifiche sono meno evidenti in orizzontale. Il fotomotaggio illustra chiaramente la visuale e la stabilità delle angolazioni. Abbiamo fatto immagini del notebook da diverse prospettive con le stesse modalità.

Prestazioni

Come nel suo predecessore, Sony punta ancora su un processore dual core Intel. Per essere precisi, si tratta dell'Intel Core i7 2640M in questo caso. La CPU si basa sull'architettura Sandy Bridge ed ha un clock di 2.8 GHz. Con un buon raffreddamento, riesce ad arrivare fino a 3500 MHz per brevi periodi grazie al Turbo Boost. Il produttore del chip, Intel, dichiara un thermal design power di 35 watts. 

La soluzione grafica Intel HD Graphics 3000 è integrata sulla unità della CPU. La scheda grafica supporta DirectX 10 e Shader 5.0. Di conseguenza, è adatto alle applicazioni di ufficio. La AMD Radeon HD 6650Mintegrata nel Power Media Dock, fornisce prestazioni grafiche superiori. Il chip grafico supporta DirectX 11 e 1024 MB di memoria video integrate. La soluzione grafica esterna ha un clock di 725 MHz. Si tratta in sostanza di una scheda grafica di fascia media. La scheda grafica viene abilitata automaticamente quando si collega il Power Media Dock. Diversamente dal modello precedente, la scheda grafica esterna ora è usata anche per il display interno.

Il 13.1 pollici ha un totale di 8192 MB di RAM DDR3 a disposizione (1333 MHz). Sony combina anche due SSD da 256 GB ognuno, che girano in un array RAID 0 (performance).

System info CPUZ CPU
System info CPUZ Cache
System info CPUZ Scheda madre
System info CPUZ RAM
System info CPUZ RAM SPD
System info GPUZ
System info HDTune
DPC Latency
Informazioni di sistema: Sony Vaio VPC-Z23N9E/B

Processore

Avevamo rilevato molti problemi durante il test Cinebench con il modello precedente. L'Intel HD Graphics 3000 integrata supportava solo OpenGL 1.1.0 nel precedente modello. Ma Sony ha risolto questi problemi nel suo nuovo modello. Secondo Everest, la GPU integrata Intel HD Graphics 3000 nella CPU ora supporta OpenGL 3.1. Il subnotebook ottiene ben 5547 punti nel Cinebench R10 e pertanto risulta il miglior notebook con un processore Intel Core i7 2640M nel nostro database. Grazie al Turbo Boost, il clock variava tra 3.2 e 3.4 GHz durante il test. 

Il 13.1 pollici ottiene anche ben 3.17 punti del test CPU Cinebench R11. In confronto, l'Apple Macbook Pro 13, con una Intel 2415M, ottiene solo 2.42 punti. Pertanto il Sony Vaio VPCZ23N9E non è a corto di potenza per quanto riguarda la CPU.

Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
4329
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
9691
Cinebench R10 Shading 32Bit
6627
Cinebench R10 Rendering Single CPUs 64Bit
5547 Points
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 64Bit
11484 Points
Cinebench R10 Shading 64Bit
6809 Points
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
11.67 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
3.17 Points
Aiuto

Prestazioni di Sistema

Abbiamo analizzato le prestazioni di sistema utilizzando i benchmarks PCMark Vantage e PCMark 7 della Futuremark. Non abbiamo collegato il Power Media Dock in modo da usare solo la Intel HD Graphics 3000. Il subnotebook ha ottenuto 11183 punti in PCMark Vantage. In confronto, il Lenovo ThinkPad T420s 4174-PEG ha ottenuto 11911 punti con la stessa CPU ed una NVS 4200M. Il dispositivo di test Sony si colloca in cima al nostro database con un punteggio di 4252 punti nel PCMark 7. In confronto, il precedente Sony Vaio VPC-Z21Q9E otteneva solo 3246 punti. Sony ha fatto dei miglioramenti importanti in questo settore.
Sorprende solo che il Sony Vaio VPC-Z23N9E/B ottiene solo 3689 punti nel PCMark 7 quando si collega la Power Media Dock, nonostante la GPU più potente (6650M).

5.9
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
7.1
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
7.5
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
5.9
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
5.9
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
7.9
PCMark Vantage Result
11132 punti
PCMark 7 Score
3689 punti
Aiuto

Memoria di Massa

Sony punta su due solid state drives (SSD) da 256 GB ognuno. Tuttavia, non sono due discreti supporti di memoria, ma piuttosto una fusione di entrambi i componenti. I due SSDs (SAMSUNG MZRPC512HAFU-000SO) lavorano in RAID 0 e le memorie sono scritte in parallelo. Di conseguenza, sono possibili prestazioni molto elevate rispetto a soluzioni singole. Questo si è visto nei nostri tests.

I risultati dell'AS SSD sono elevati. Pertanto, il valore per la lettura sequenziale è stato di 845.19 MB/s e la scrittura sequenziale di 743.19 MB/s. Sony è anche il numero uno nel nostro database nell'ultimo test. Lo Schenker XIRIOS W710 Workstation arriva "appena" ad un valore di lettura di 534 MB/s con l''OCZ Vertex 3 (RAID 0, 2 x 120 GB).

Il nostro dispositivo Sony è numero uno nel test di lettura AS SSD 4K-64 con 410 MB/s. Il suo predecessore ha ottenuto "solo" 191 MB/s in questo caso. Il Sony Vaio VPC-Z23N9E ha ottenuto 204 MB/s nel test di scrittura 4K-64 e lo Schenker XIRIOS W710 Workstation deve ammettere la sconfitta con i suoi 271 MB/s. Nel complesso, la soluzione Sony convince e fornisce la migliore scelta per quanto riguarda la velocità dei supporti di memoria per un sottile modello da 13 pollici.

2x Samsung MZRPC512HAFU-000SO (RAID 0)
Valore Minimo di trasferimento: 615.5 MB/s
Valore Massimo di trasferimento: 1003.5 MB/s
Valore Medio di trasferimento: 925.5 MB/s
Tempi di accesso: 0.1 ms
Burst Rate: 3037.5 MB/s
Utilizzo CPU: 1 %

Soluzione grafica

Come sempre, abbiamo dato uno sguardo da vicino alle prestazioni grafiche usando 3DMark range. Il Power Media Dock è stato collegato per questo test, e pertanto la scheda grafica esterna è stata abilitata. Nel 3DMark 06, la scheda grafica si colloca avanti agli altri notebooks che montano una Radeon HD 6650M con 7996 punti (4507 punti con Intel HD Graphics 3000). Ad esempio, il Packard Bell EasyNote LS11-HR-050GE arriva a 7250 punti utilizzando la stessa scheda grafica e l'Intel Core i5 2410M

Solo un notebook con la stessa scheda grafica ha un vantaggio significativo rispetto al nostro modello di test nell'ultimo benchmark software 3DMark 11. Il Sony Vaio VPC-Z23N9E/B ottiene 1260 punti mentre l'Asus K73TA-TY022V arriva a 1409 punti. Il Sony Vaio VPC-Z21Q9E ha avuto un punteggio sostanzialmente simile nel 3DMark 11 con la Radeon HD 6650M.

3DMark 06 Standard
7996 punti
3DMark Vantage P Result
4077 punti
3DMark 11 Performance
1260 punti
Aiuto

Prestazioni per il Gaming

La scheda grafica AMD Radeon HD 6650M installata nel Power Media Dock appartiene alle GPU di fascia media e dovrebbe pertanto fornire abbastanza potenza per qualche gioco con settaggi medi. Abbiamo provato se questo è effettivamente possibile testando la scheda grafica esterna con tre giochi. 

Abbiamo iniziato con Mafia 2. I gioco è utilizzabile con dettagli e risoluzione medi con 37 frames per secondo. Tuttavia, il Sony Vaio resta dietro se paragonato con altri notebooks che hanno la stessa GPU. Il Lenovo G770 M533AGE arriva a 45 frames per secondo con la stessa scheda grafica (+20%). 

In un altro test, abbiamo visto le prestazioni nella simulazione rally Dirt 3. In questo caso la scheda grafica non convince completamente nelle prestazioni elevate. Il Sony Vaio arriva appena a 17 frames per secondo, mentre il suo predecessore otteneva ben 22 frames. Il Lenovo G770, con stessa GPU, raggiunge 19 fps e pertanto i risultati dello Z23 rientrano nelle previsioni di una scheda GPU di questo livello.
Abbastanza curioso, anche i sistemi con una Intel Graphics HD 3000 integrata soddisfano lo stesso frame rates in questo caso: l'HP 6460b: 18 fps. Sembra simile con settaggio medio prefissato: lo Z23 non può separarsi dalla HD 3000 con 25 fps. Il Lenovo G770 che monta la stessa GPU risulta più veloce di circa il 20% con 30 fps.

Il subnotebook è stato poi testato con il gioco di corse  F1 2011. La scheda grafica esterna non riesce ad impressionarsi. Il sistema raggiunge appena 24 frames per second (settaggio medio presettato), mettendosi alla pari con la Intel HD Graphics 3000 (Acer Aspire 3830TG / 22 fps). 
Un test di piattaforma con una CPU AMD A8-3520M ed una scheda grafica 6650M dà un risultato di 31 fps (+30%) in confronto. 

Nel complesso, l'AMD Radeon HD 6650M lascia un'impressione mediocre per il gamin. La scheda grafica Il potenziale della scheda grafica non si esaurisce velocemente, come nel suo predecessore. Sony sfortunatamente non ha nessun ulteriore update di drivers che potrebbero migliorare le prestazioni .

basso medio alto ultra
Mafia 2 (2010) 39 37 34 fps
Dirt 3 (2011) 50 25 18 fps
F1 2011 (2011) 46 24 18 fps

Emissioni

Rumorosità di sistema

Quando il subnotebook lavora con carico contenuto (utilizzo da ufficio), il 13.3 pollici difficilmente si sente con un massimo di 30.4 dB (A). Come è noto, gli SSDs non emettono rumori. Il nostro dispositivo diventa un po' rumoroso quando messo sotto sforzo. Abbiamo rilevato un picco di 47.6 dB (A). Meglio rispetto al predecessore Vaio VPC-Z21Q9E (52,8 dB (A)), ma comunque si tratta di un valore elevato. 
Il Power Media Dock ha una propria ventola che si fa sentire chiaramente sotto carico, sebbene non sia rumoroso quanto il subnotebook.

Rumorosità

Idle
30.1 / 30.4 / 30.4 dB(A)
Sotto carico
40.7 / 47.6 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Voltcraft sl-320 (15 cm di distanza)
Stress test con Prime95 e FurMark
Stress test con Prime95 e FurMark

Temperature

Le temperature con carico di lavoro contenuto sono inconsistenti. Abbiamo rilevato un massimo di 27.1°C sul lato superiore; con un massimo di 32.6°C sul lato inferiore. Abbiamo sottoposto il notebook ad uno stress test di diverse ore con Prime95 e Furmark. Le temperature del case sono aumentate di parecchio. Tuttavia, il test rappresenta un caso estremo che difficilmente si verifica nella realtà. Abbiamo rilevato 39.3°C sul lato superiore, mentre il dispositivo arriva addirittura a 47.4°C sul lato inferiore. Tuttavia, si tratta di valori che non impattano sul normale utilizzo del portatile per lavori da ufficio. Le temperature restano sempre entro limiti accettabili.

Molti laptops hanno avuto problemi di prestazioni dopo un po' di tempo a massimo carico di lavoro. Il subnotebook premium Sony non ha queste difficoltà. Il clock della CPU resta fisso sui 3.2 GHz nello stress test ed addirittura sopra il clock di default. Questo significa che si riesce a sfruttare il Turbo mode anche quando GPU e CPU sono caricate al massimo. La ventola sebbene sia rumorosa fornisce un adeguato raffreddamento (CPU max. 85°C HWInfo) a discapito della silenziosità.

Carico massimo
 36.6 °C39.1 °C29.3 °C 
 39.3 °C38.6 °C28.6 °C 
 27.2 °C26.2 °C24.1 °C 
Massima: 39.3 °C
Media: 32.1 °C
33.1 °C47.4 °C47.1 °C
31.1 °C46.8 °C45.6 °C
23.5 °C25.2 °C26.2 °C
Massima: 47.4 °C
Media: 36.2 °C
Alimentazione (max)  48.7 °C | Temperatura della stanza 18.7 °C | Voltcraft IR-360
(±) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 32.1 °C / 90 F, rispetto alla media di 30.7 °C / 87 F per i dispositivi di questa classe Subnotebook.
(+) La temperatura massima sul lato superiore è di 39.3 °C / 103 F, rispetto alla media di 35.7 °C / 96 F, che varia da 22 a 57 °C per questa classe Subnotebook.
(-) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 47.4 °C / 117 F, rispetto alla media di 39.5 °C / 103 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 25.3 °C / 78 F, rispetto alla media deld ispositivo di 30.7 °C / 87 F.
(+) I poggiapolsi e il touchpad sono piu' freddi della temperatura della pelle con un massimo di 27.2 °C / 81 F e sono quindi freddi al tatto.
(±) La temperatura media della zona del palmo della mano di dispositivi simili e'stata di 28.4 °C / 83.1 F (+1.2 °C / 2.1 F).

Casse

Il Sony Vaio VPCZ23N9E/B monta due casse stereo. Il suono delle casse, come nel predecessore, è deludente ed il volume massimo anche. Solo casse esterne o cuffie di qualità possono rimediare. Si possono collegare tramite il jack cuffie sulla destra.

Autonomia della batteria

Consumi energetici

Il 13.3 pollici Sony Vaio VPCZ23N9E/B ha un consumo energetico abbastanza basso quando lavora con carico contenuto. I nostri rilievi hanno registrato un consumo tra 6.2 watts ed 11 watts. Il consumi del notebook aumentano notevolmente quando si porta sotto carico elevato. Abbiamo rilevato un picco di 61.6 Watt - cioé oltre 10 Watt in più del suo predecessore.
Il consumo energetico schizza alle stelle quando si collega il Power Dock. Abbiamo rilevato un consumo di circa 100 W con il precedente modello Vaio Z21. Questo è il motivo per cui il Power Dock è dotata di un proprio alimentatore.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.1 / 1 Watt
Idledarkmidlight 6.2 / 10.7 / 11 Watt
Sotto carico midlight 46.7 / 61.6 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC 940
Currently we use the Metrahit Energy, a professional single phase power quality and energy measurement digital multimeter, for our measurements. Find out more about it here. All of our test methods can be found here.
Autonomia minima della batteria (Classic Test)
BatteryEater Classic Test

Autonomia della batteria

Con questo subnotebook Sony si usa una batteria piatta da 45 Wh. Abbiamo ipotizzato tre scenari di test. Innanzitutto, abbiamo effettuato il test Reader usando il software BatteryEater. Abbiamo abilitato il profilo di risparmio energetico sul notebook ed abbiamo selezionato la luminosità minima dello schermo. In aggiunta, tutti i moduli di comunicazione sono stati disattivati. Il notebook ha resistito per ben otto ore, ma comunque è meno rispetto al suo precursore.
Poi abbiamo settato la luminosità ad un livello adeguato (~150 cd/m2), abilitato il wifi e simulato una normale navigazione web in un test più realistico. Questa volta il Sony Vaio si è spento dopo 6 ore e 6 minuti.
Infine abbiamo rilevato l'autonomia minima con una situazione di carico nell'ultimo test. Ancora una volta abbiamo usato BatteryEater, ma questa volta con il Classic test. Abbiamo abilitato il profilo High Performance, portato la luminosità al massimo ed attivato tutti i moduli di comunicazione. In questo caso occorre attaccare l'alimentatore abbastanza presto. Il subnotebook Sony ha resistito appena 58 minuti. E' possibile, come detto in precedenza, acquistare una batteria addizionale più potente per aumentare l'autonomia.
Bisogna ricordare che il Power Media Dock è disponibile solo con un suo alimentatore.

Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
8ore 00minuti
Navigazione WiFi
6ore 06minuti
Sotto carico (max luminosità)
0ore 58minuti

Giudizio complessivo

Il subnotebook è molto leggero con un peso inferiore a 1.2 kg. Tuttavia, questo a discapito della resistenza del case alle torsioni. Difficilmente occorrerà cercare delle interfacce grazie al Power Media Dock. Bluetooth e modulo UMTS sono presenti direttamente sul notebook. Lo schermo antiriflesso convince con la sua elevata risoluzione ed il buon contrasto. E' utilizzabile anche all'aperto. Le prestazioni non mancano con la CPU Intel Core i7 2640M. La combinazione di due SSDs in RAID 0 fornisce prestazioni impressionanti. Pertanto, il Sony Vaio si colloca ai vertici del nostro benchmark database delle prestazioni. Considerando ciò, l'autonomia che arriva fino ad un massimo di otto ore con la batteria standard è lodevole. 

La AMD Radeon HD 6650M integrata nel Power Media Dock come scheda grafica esterna non convince a pieno, sebbene il problema OpenGL del predecessore è stato risolto. Un supporto driver incerto potrebbe causare qualche problema con i giochi più recenti.
Altri punti critici: le casse sono mediocri e l'utente deve adeguarsi ai punti di pressione spugnosi dei dispositivi di input.

Il Sony Vaio VPCZ23N9E è senza dubbio un subnotebook appartenente alla categoria premium. Se usate il notebook per lavoro, e non tanto per i giochi, avrete prestazioni ineguagliabili da questo dispositivo per 3000 euro.
Considerando che si tratta di un subnotebook, dobbiamo sottolineare che si tratta di un eccellente strumento tecnologico. Tuttavia considerando i problemi che ci sono con la soluzione grafica esterna, il prezzo astronomico di circa 3000 euro, fa pensare.

Please share our article, every link counts!
Recensione:  Sony Vaio VPC-Z23N9E/B
Recensione: Sony Vaio VPC-Z23N9E/B

Specifiche tecniche

Sony Vaio VPC-Z23N9E/B (Vaio VPC-Z Serie)
Processore
Intel Core i7-2640M 2 x 2.8 - 3.5 GHz, Sandy Bridge
Scheda grafica
AMD Radeon HD 6650M - 1024 MB, Core: 725 MHz, Memoria: 899 MHz
Memoria
8192 MB 
, 1333 MHz
Schermo
13.10 pollici 16:9, 1920 x 1080 pixel, MS_0025
Scheda madre
Intel HM67
Harddisk
2x Samsung MZRPC512HAFU-000SO (RAID 0), 256 GB 
, 2 SSDs in RAID 0 array
Scheda audio
Intel Cougar Point PCH - High Definition Audio Controller
Porte di connessione
1 USB 2.0, 1 USB 3.0 / 3.1, 1 VGA, 1 HDMI, 1 Kensington Lock, 1 Porta Docking, Connessioni Audio: jack stereo mini, Lettore schede: slot SD card, 1 Lettore impronte digitali
Rete
Realtek PCIe GBE Family Controller (10/100/1000/2500/5000MBit/s), Intel Centrino Advanced-N 6230 (a/b/g/n = Wi-Fi 4), Bluetooth Version 3.0 + HS, VAIO Everywair 3G
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 17 x 330 x 210
Batteria
45 Wh ioni di litio
Sistema Operativo
Microsoft Windows 7 Professional 64 Bit
Camera
Webcam: 1.3 Megapixel
Altre caratteristiche
24 Mesi Garanzia
Peso
1.19 kg
Prezzo
3000 Euro

 

Il Sony Vaio VPC-Z23N9E/B costa circa 3000 euro.
Il Sony Vaio VPC-Z23N9E/B costa circa 3000 euro.
La batteria dura fino ad otto ore.
La batteria dura fino ad otto ore.
Otto viti devono essere rimosse per accedere alla batteria.
Otto viti devono essere rimosse per accedere alla batteria.
Entrambe le porte USB 3.0 e l'alimentazione sono necessarie per il Power Media Dock.
Entrambe le porte USB 3.0 e l'alimentazione sono necessarie per il Power Media Dock.
In aggiunta ad una estensione di porte ci sono anche una scheda grafica di fascia media AMD Radeon HD 6650M integrata nel Power Media Dock.
In aggiunta ad una estensione di porte ci sono anche una scheda grafica di fascia media AMD Radeon HD 6650M integrata nel Power Media Dock.
Il Power Media Dock è incluso nella confezione.
Il Power Media Dock è incluso nella confezione.
Il case sfortunatamente non è molto stabile.
Il case sfortunatamente non è molto stabile.
Sony punta su uno chassis in fibra di carbonio e punti di appoggio dei polsi in alluminio.
Sony punta su uno chassis in fibra di carbonio e punti di appoggio dei polsi in alluminio.
Il subnotebook pesa appena 1190 grammi.
Il subnotebook pesa appena 1190 grammi.
In cambio, avrete uno schermo da 13.1 pollici Full HD.
In cambio, avrete uno schermo da 13.1 pollici Full HD.

Notebooks Simili

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Recensione breve dell'Ultrabook Sony Vaio Pro 11 SVP121M2EB.G4
HD Graphics 4400, Core i5 4200U, 11.60", 0.86 kg
Recensione Sony Vaio T13 SVT1312V1ES
HD Graphics 4000, Core i5 3317U, 13.30", 1.612 kg
Recensione Sony Vaio SV-S13A1Z9E/S Notebook
GeForce GT 640M LE, Core i7 3520M, 13.30", 1.7 kg
Recensione Ultrabook Sony Vaio SVT1311M1ES
HD Graphics 3000, Core i3 2367M, 13.30", 1.6 kg

Portatili dello stesso Produttore

Recensione dello Smartphone Sony Xperia L4 - smartphone 2020 con android 2018
PowerVR GE8320, Mediatek Helio 20 Helio P22 MT6762, 6.20", 0.178 kg
Recensione dello smartphone Sony Xperia 10 II
Adreno 610, Snapdragon SD 665, 6.00", 0.151 kg

Links

  • Informazioni sul produttore

Confronto Prezzi

Pro

+Elevate prestazioni della CPU
+Veloce SSD
+Peso inferiore ad 1.2 kg
+Alta risoluzione
+Schermo luminoso e con ricco contrasto
 

Contro

-Case deformabile
-Dispositivi di input richiedono un po' di esercizio
-Casse deludenti
-Ventola molto rumorosa sotto carico

Sintesi

Cosa ci è piaciuto

Elevate prestazioni con le applicazioni, grazie alla potente CPU, ed ai due SSDs che meritano di essere citati. 

Cosa avremmo voluto vedere

Casse migliori per un costoso subnotebook da 3000 euro.

Cosa ci ha sorpreso

I problemi OpenGL sembrano essere risolti. Tuttavia, l'HD 6650M esterno apparentemente non sfrutta il massimo delle sue capacità in modalità gaming.

La concorrenza

L'Apple MacBook Pro 13, il precedente Sony Vaio VPC-Z21Q9E/B, il Samsung 900X3A, e come dimensioni e portabilità anche gli ultrabooks come l'Asus UX31.

Punteggio

Sony Vaio VPC-Z23N9E/B - 03/30/2012 v2(old)
Konrad Schneid

Chassis
88%
Tastiera
88%
Dispositivo di puntamento
84%
Connettività
76%
Peso
94%
Batteria
86%
Display
88%
Prestazioni di gioco
80%
Prestazioni Applicazioni
94%
Temperatura
86%
Rumorosità
86%
Punti aggiuntivi
88%
Media
87%
88%
Subnotebook - Media ponderata
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione Subnotebook Sony Vaio VPC-Z23N9E/B
Konrad Schneid (Update: 2014-09-19)